london forever! day three

Sveglia alle 6 (ma che e’, devo andare al lavoro?) anzi perfino un
po’ prima perché il camion delle scoasse fa casino, mi faccio la
colazione in camera e poi mi vesto da gara e mi avvio verso nuove
avventure!

Per strada non c’e ‘ nessuno e Oxford street cosi’ mi piace un
casino, prendo la metro e comincio a vedere qualche runner, al cambio il vagone si riempie di gente in tenuta sportiva e comincio a sentire già odore di canfora!

Seguo la scia e mi ritrovo in mezzo ai tendoni della marathon, mi dirigo verso il tendone del baggage, non prima di aver fatto pipi’, e mollo la giacca…qui contrariamente al solito non ti danno la borsetta in cui mettere le tue cosine e ci attacchi il tuo numero e finita la’, no, qui ti puoi portare zaino o sacchetto della spesa, ci metti dentro quello che vuoi e ti appiccicano un nuovo numero che ti legano al polso col braccialettino…boh, qui mi sa che hanno toppato, la cosa e’ abbastanza lenta, comunque io non ho borse di alcun tipo e quindi mollo la giacca allo stato brado e amen

Per fortuna il tempo e’ buono e non fa freddissimo, così anche se non
ho maglie vecchie o sacchetti delle scoasse resisto senza problemi con la mia felpa da gara, che poi mi legherò in vita come al solito

Mi avvicino al palco dove arrivano due tipi super palestrati e invasati ma molto simpatici che cominciano ad arringare il popolo con un mini-corso di ginnastica preparatoria e tutti saltano e si agitano come pazzi ridendo a crepapelle!

Io mi agito ma non troppo che devo fare le foto e i filmini, poi ci
salutano e si va verso la partenza
Altro che gabbie, colori dei pettorali divisi e compagnia cantante, qui si entra da qualsiasi parte e si va alla katzo, così io mi piazzo alla katzo e aspetto il via

Si parte! Decido di fare come al solito, cioè tirare più che posso
all’inizio per poi mollare alla fine, vedo le bandiere delle 2 ore ma
me le lascio indietro senno’ so che arriverò molto più tardi

Parto a razzo e mi stupisco della mia forma: il fiato tiene alla grande e le gambe girano senza sforzo, tanto che comincio pure a superare un po’ di gente…incredibile!
Tutto procede benissimo e io sono sempre più stupita e contenta di me, vado tranquilla e mi godo il panorama fotografando il Big Ben e facendomi pure la foto davanti a Bukingham Palace…ormai è un classico! 🙂

Si rientra nei parchi e qui cominciano i ghirigori che io temevo perché so che se vedo la gente tornare mi viene voglia di mollare, invece qui mi pare naturale e normale che ci siano i primi che già sono sulla via del ritorno, penso solo che tra poco sarò io a fare “invidia” agli altri

Così tutto procede alla grande, sono ancora più che tranquilla e mi piace un sacco sentirmi parte di una specie di team che ha il mio passo e il mio respiro
Dopo un po’ di zig zag comincio a sentire la fatica ma non mollo, sia
perché so che posso farcela, sia perché non vedo camminare quasi nessuno e così tengo botta

Ormai siamo quasi alla fine, mi sorpassa la bandiera delle 2 ore e la cosa mi stupisce molto, credevo fossero già passati, comunque non mi sono praticamente mai fermata, vedo il traguardo e il cronometro segna 2.06, provo perfino ad accelerare ma arrivo allo scoccare dei 07…salvo poi scoprire che il mio tempo effettivo e’ di 2 ore secche, per un pelo!

Bella, mi sono proprio divertita, sono felice di avere azzardato questa esperienza in solitaria: nella vita bisogna anche un po’ buttarsi, senno’ si perdono un sacco di cose!

Ok, adesso mi sento tranquilla e sempre più rilassata, tanto che dopo aver preso la medaglia (di legno!) e aver fatto razzia di qualsiasi cosa, commestibile e non, comincio a pensare che e’ meglio buttarsi verso casa, e così faccio
Buttarsi per buttarsi mi butto anche a letto perché va bene che sono Wonder Woman ma sono un po’ stanchetta!

La sera mi appropinquo verso Victoria Station per il
mini-raduno con gli scatters, mi trovo con Diana a Oxford circus e da
li’ andiamo al pub designato, il St Georges tavern

L’appuntamento e’ per le 7 e mezza, noi arriviamo pure in anticipo
ma avvisiamo la cameriera che gli altri ritarderanno
Va bene ritardare, ma quelli che dovevano essere lì alle 20 (e che nè io nè Diana conosciamo, nè li abbiamo mai visti se non su facebook)alla fine arrivano quasi alle 21, il tutto senza mandare un sms o un messaggio su facebook!

Io e Diana siamo un po’ sorprese sfavorevolmente da tutto cio’, non
che ci roviniamo la serata, anzi, ci facciamo un sacco di risate, ma dopo aver tenuto fermo un tavolo da 6 per più di un’ora mentre la gente che cercava posto ci guardava pure male (giustamente), lo lasciamo libero per un gruppetto di italiani e ci spostiamo in uno da 2, e buonanotte al secchio!

Chiediamo quando chiude la cucina e siamo giusto in tempo per ordinare, così finalmente ci godiamo la cena, senza più controllare ogni volta che si apre la porta se magari è la volta buona…ormai li abbiamo dati per persi!

Mentre mangiamo e ce la spassiamo però con la coda dell’occhio vedo arrivare due che sembrano loro, e infatti eccoli qua…ore 20,55!
Ci trovano e si presentano, ma di scuse proprio non se ne parla, e noi tranquillamente gli diciamo che abbiamo aspettato fino a 10 minuti prima e che se non si sbrigano ad ordinare restano senza cena

Così il miniraduno si trasforma in due tavoli separati: io e Diana di qua, comodamente sedute al tavolino, e loro di la’, appollaiati su dei trespoli…così imparano a vivere! 🙂

Uscendo li salutiamo senza molta enfasi e naturalmente non ci diamo altri appuntamenti, non sia mai!
Insomma alla fine visti gli elementi ci e’ andata di lusso, ho passato una serata magnifica a chiacchierare a nastro con Diana…bene, giornata impegnativa, iniziata correndo sotto il sole e nei parchi e finita bevendo una pinta di buona birra con una ragazza in gamba…Londra sei fantastica!

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...