pioggia e corsa

Piove, piove e piove da due giorni, e io che amo correre con il freddo e il maltempo ho approfittato della cosa quindi ieri mi sono avventurata in spiaggia per una bella sgaloppata in mezzo al vento e alla bufera…che meraviglia!

In spiaggia c’ero io, un paio di kite-sufristi, un operaio con il trattore, fine: ero la donna più felice del mondo!
A dire il vero il trattore mi ha quasi spaventato perchè con il casino del vento e pioggia e mare in burrasca non avevo sentito arrivare il mostro, e mi sono trovata davanti un paio di occhioni gialli a una cinquantina di metri senza capire all’inizio se posse una jeep o altro…mentre mi spostavo per lasciare strada ho realizzato che i fari erano troppo alti anche per un fuoristrada e infatti poco dopo il trattore a tutta velocità mi sfrecciava accanto

Mi sa che il trattorista avrà pensato che alla follia non c’è mai fine, e un po’ mi tocca dargli ragione, pure io se lavorassi con un tempo da lupi come quello di ieri penserei che chi invece se ne va a correre sotto il diluvio è un povero pazzo!
Invece per me è proprio un’avventura stupenda regalata da questo sport: a me piace correre con il freddo, mi piace che la spiaggia sia deserta, mi piace che il mare ruggisca e che incroci solo i pochi gabbiani avventurosi come me

Così ieri ho corso con il sorriso stampato in faccia, cercando di ricordare quando era stata l’ultima corsa sotto la pioggia, l’ultima volta che le gocce mi colavano dalla visiera del berrettino e l’acqua mi riempiva le scarpe…è passato un bel po’, ma adesso sono tornata!

ps: nel frattempo sono successe un paio di altre cosucce:

prima di tutto c’è stata la seconda corsetta in pineta agli Alberoni con il gruppo dei triathlonisti, con cui mi diverto un sacco, stavolta era una staffetta tra mountain-bike e corridori, e manco a dirlo è arrivato primissimo Daniele che si è sciroppato sia la bici che la corsa, io ho cercato di non fare sfigurare il mio staffettista ma senza ammazzarmi, infatti sono arrivata penultima…comunque chi se ne importa, per fortuna non ci sono assatanati e tutto si risolve in allegria

secondo di tutto è arrivata a casa anche la bambina, la biciclettina da un milione di dollari che naturalmente se ne sta in cameretta perchè non mi fido per niente a lasciarla in magazzino, e vista la pioggia non l’ho ancora inaugurata: sì perchè se mi piace un sacco correre a piedini sotto l’acqua, la mia poca dimestichezza con l’aggeggio mi fa aspettare che ci sia una giornata di sole o comunque di non-pioggia per la prima uscita…e sarà solo ed esclusivamente con l’accompagnatore!

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...