lo smanettamento felice

Sono a letto, luce soffusa, pc in bilico sui un bel cuscino dell’ikea (che ho comprato praticamente per questo scopo), occhiali sul naso (ormai non vedo un cazzo) e rilassamento pre-dormita…bella la vita!

Sì, mi piace smanettare la sera direttamente dal mio bel mega-matrimoniale, è diventato ormai un appuntamento quasi fisso, mi piace spaziare per l’universo mondo del web e farmi quattro risate o leggermi le ultime novità o impicciarmi dei fatti altrui grazie a facebook, ma anche leggere le notizie, visto che ormai i tg non li sopporto più, le trasmissioni di approfondimento neanche a parlarne e di dibattiti…beh, basta ricordare Moretti! 😀

Ma naturalmente la gran parte del mio smanettamento va sempre e comunque a cadere sulla costruzione delle ferie, e quindi vai di tripadvisor, booking, visitlondon e compagnia bella!

Il piacere di un viaggio comincia già da qui, dal mio lettino (o scrivania, o sedile del vaporetto…) quando piglio in mano il congegno tecnologico e comincio a controllare se c’è posto in quel bell’alberghetto che mi hanno consigliato, o guardo i tramonti mozzafiato che rendono indimenticabile un’isola lontana (ma low cost) o comincio a cercare posti in aereo senza cadere nelle trappole delle varie assicurazioni di viaggio, pagamenti per entrare per primi o per prenotare i posti vicini…tutti soldi risparmiati!

Naturalmente la scintilla che mi fa viaggiare in solitaria di solito è un bel concerto dei miei beniamini, e in questi casi la goduria sale a livelli stratosferici al momento dell'”invio”!
Ricordo molto bene le ultime prenotazioni: il “Boston-S.Louis-S.Francisco” è nato in un momento particolarmente ostico della stesura della tesi per il master…mentre cercavo sul web articoli scientifici e menate varie mi sono aperta uno spicchio di relax andando a vedere la pagina dei miei RH, scoprendo le date dei concerti e decidendo sui due piedi (anche se ero seduta!) di andare a vedere uno show negli USA…detto fatto mi sono presa il biglietto per S.Louis (l’unica data non ancora sold out) e da lì ho costruito la circumnavigazione dell’America!

USA marzo 2012 207

Proprio mentre ero in America poi mi sono accorta che uscivano anche le date europee e tra le altre la MIA data, il 9 ottobre, nella MIA città: Londra!
Potevo mancare? No di certo! Era scritto che mi vedessi un concerto il giorno del mio compleanno!
Così appena sveglia, mentre me ne stavo ancora a letto a S.Francisco e controllavo sul telefonino le mail e i siti “amici” mi balza all’occhio che il mio concerto sta assottigliando sempre più i posti vuoti…cercando di fare i conti con il fuso orario (ma non riuscivo ad essere molto lucida in quel momento di semi-torpore), ho deciso che non era il caso di lasciare che il mio concerto mi venisse scippato da gente che solo per il fatto di abitare dall’altra parte del mondo era già sveglia e operativa, così alla vista del calo rapidissimo dei posti liberi mi sono subito premurata di acchiapparne 4 per lo show!

Mi rivedo ancora, mezza in bilico sul letto, quando Alan stava già uscendo di casa per il lavoro, alla luce fioca del mattino di S.Francisco, mentre picchietto come una forsennata sullo schermo del telefono per accaparrarmi gli ultimi biglietti decenti del concerto…una delle mattinate più felici del viaggio!

USA marzo 2012 271
[qui invece pedalavo felice!]

Un tempo non ero così appassionata di viaggi, forse perchè ero abituata al solito viaggio-in-macchina-lungo-e-noioso, mentre da quando l’aereo è diventato così economico e comodo devo dire che mi muovo molto più volentieri: ebbene sì, sono una “flyer”, non tipo Clooney nel film, non così “frequent” ma direi che mi difendo abbastanza!

E adesso dove sto smanettando? Sempre Londra, cari miei, un viaggio all’anno è ormai tradizione, e stavolta per tornare a vedere un altro grandissimo, il mio primo amore che riprende un disco mitico: Peter Gabriel in “So”, ed io sono già sicura che il tandem Londra-Gabriel non potrà che portare le endorfine a livelli stratosferici!

Ok, vediamo se l’Hilton ha calato un po’ i prezzi… 😀

Annunci

4 pensieri su “lo smanettamento felice

  1. insomma: tu londoner, mi sardinian 🙂
    (poco tempo per viaggi piu lunghi, e ben venga sardegna)
    ciappa, ti lascio questa, oggi ho rivisto il fim e ‘sto pezzo non me lo levo piu dalla testa, xe tardi e go da dormir:)

  2. pare sia bello magnolia, con cruise, e lui bravo, ma l’ho sempre perso! eh, con le galline, ma ieri sera ho visto un film (bello) e poi ci son andata giu pesante con le cuffiette e la musica, volevo risentire le musiche di collateral, sicchè a mezzanotte ero ancora a smanettar su youtube:)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...