scacchi

Io naturalmente non sono una scacchista, sono troppo pigra mentalmente per appassionarmi a un gioco in cui bisogna spremere il cervello per ore speculando sulle mosse e contromosse…dopo 2 minuti mi sono già stufata!

Quindi da piccola non ho mai giocato a scacchi, mi limitavo a dama e a tris e fine, gli scacchi li lasciavo a quelli con il cervello apposito
Poi ricordo che la curiosità mi spinse ad imparare le mosse dei vari pezzi e quindi so che la regina va dove vuole, il cavallo fa un giro strambo e il re è un’impedito! Bene, fatto! Adesso sono una campionessa di scacchi! Alla domanda “Giochi a scacchi?” io rispondevo finalmente un bel “Sì!”, perché per me giocare a scacchi significava sapere che la regina fa così, il cavallo cosà ecc ecc…povera ingenua!

Ricordo che una volta mi cacciai in un ginepraio con un tipo che in vacanza mi propose di passare il tempo sulla scacchiera…ah ah ah, ma certo, sono o non sono una campionessa? Tirò fuori una di quelle orribili minuscole scacchierette da viaggio in cui i pezzi si incastrano con il fermo e cominciammo a giocare…un disastro!

“Ma che fai? Sposti il re insieme alla torre? Ma non si può!” “Come no, è l’arrocco!” Porca miseria, e che è, roba che si mangia? Disastro, disastro, lui era un piccolo genio degli scacchi (ma solo di quelli! 😀 ) e io una imbranata senza speranza!

Per fortuna eravamo al mare così dopo un po’ ho mollato la scacchiera con la scusa che avevo caldo e volevo fare un bagno, e ciao!
Comunque un po’ di curiosità per questo gioco mi è rimasta, non voglio certo diventare un’assatanata, ma mi piacerebbe capirci qualcosa di più, riuscire a distinguere gli stili di gioco, riuscire a destreggiarmi tra le “aperture” e “la conquista del centro scacchiera”

Solo che la pigrizia mentale è sempre quella e non ho proprio nessuna intenzione di rompermi le scatole passando ore e ore china su alfieri e torri, quindi sfrutto la tecnologia che mi asseconda alla grande nella mia scalata al titolo mondiale!
Ebbene sì, ormai con i computer chiunque può giocare a scacchi dove vuole e quanto vuole, basta che dia l’ordine al suo bel pc o telefonino e via, lo schiavetto elettronico è sempre pronto a fare una partitina, e non ti prende per il culo se fai cazzate, se ne sta zitto e buono a rifilarti mosse su mosse finchè non lo metti da parte

Eccomi qua, ingaggio partitone con il computer che andranno sui manuali di scacchi…alla voce “Mosse da non fare mai!” 😀
Sì, resto una schiappa e non mi impegno, o meglio, mi impegno al minimo indispensabile, ho dovuto imparare di nuovo tutte le mosse perché non me le ricordavo, e certe proprio non le sapevo, ho iniziato con il primo livello di Chess Titans e perdevo quasi sempre, poi stranamente ho iniziato a vincere e sono andata avanti, e adesso sono al sesto…e perdo regolarmente!

La mia mossa segreta? Il comando “annulla”, il più usato in assoluto, in certi casi annullo quasi tutta la partita, tanto il computer non rompe! Il mio stile di gioco? Annientare l’avversario e magari riuscire a trasformare qualche pedone in regina in modo da accerchiare il re avversario per giocare al gatto con il topo…grande goduria! 🙂

Insomma si capirà che non parteciperò mai ai tornei di scacchi, e non mi dispiace per nulla, un po’ mi dispiace invece non riuscire a capire il gioco del nuovo campione del mondo Carlsen, un ragazzino norvegese di 22 anni che proprio oggi ha sbaragliato il suo avversario, l’indiano 43enne Ananad, e che ha eguagliato il record di precocità di Kasparov

Certo non siamo ai livelli di pathos e di mistero che avvolgevano i campionati mondiali negli anni ’70, là c’era la sfida tra USA e Russia, la guerra fredda, quel gran matto di Fischer e il genio di Spasskij che si sfidavano all’ultimo sangue per dare lustro alla propria nazione, e probabilmente c’erano più agenti della CIA e del KGB che spettatori in sala!

Adesso è tutto molto più soft, i due campioni si stringono la mano e non danno in escandescenze, non fanno entrate plateali né ritardano l’arrivo di ore…di chi parlo? Di Fischer naturalmente, un uomo che coniugava il genio per gli scacchi ad una personalità a dir poco disturbata, che l’ha portato a parlare a vanvera nelle ultime interviste, quando non partiva in quarta con invettive varie, e a ridursi sempre più in clausura fino a diventare un mezzo barbone…misteri del cervello umano!
Ebbene sì, è per questo che non divento una campionessa di scacchi, non vorrei fare la stessa fine! 😀

Ps: una piccola sorpresa che ha scovato lo smanettone Massimo: siamo su google maps! Eh già, mentre ci allenavamo duramente in bici quest’estate abbiamo visto la macchina con il tafanario sul tettuccio e abbiamo capito di essere stati ripresi per street view, così adesso facciamo la nostra porca figura sulla strada che va da Malamocco agli Alberoni: 3 ciclisti così veloci che quasi non riusciva a immortalarci! Devo ammettere che sono molto contenta di fare parte del grande gioco delle mappe, e visto che a breve ci saranno altre auto che scannerizzano le vie del Lido, e questa visuale sarà modificata, ho subito salvato la foto…eccoci qua!

Immagine

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...