decalogo (più uno) per il vostro primo triathlon a “tot” anni :D

Ormai mi posso considerare una grandissima esperta di triathlon, quindi desidero condividere la mia grande professionalità con i neofiti che si approcciano a questo sport!

Ok, mi sarebbe piaciuto iniziare così, ma la vera introduzione ai consigli è: faccio schifo come triathleta, non ho gran voglia né costanza nell’allenamento, il fisico è quello che è, ma qualcosina ho imparato a furia di gareggiare, quindi se volete ecco qui i miei personalissimi consigli per il vostro primo triathlon, magari in non più verde età, 40 – 50 – 60 anni…e chi più ne ha più ne metta, non c’è limite! 😀

Triathlon-Training-Plans

1 – Non ascoltate i consigli! Lo so che iniziare così è un po’ un controsenso, ma come in tutte le cose della vita è assolutamente sbagliato farsi troppo influenzare dalle opinioni altrui: noi siamo tutti diversi, e diverse sono le motivazioni, la voglia di faticare (nel mio caso quasi nulla! 😀 ), la prestanza fisica, la tenuta psicologica, ecc ecc
Quindi leggete/ascoltate i consigli che alla fine sono sempre utili, ma pigliateli con le pinze SEMPRE, anche e soprattutto se arrivano dai pro (o elite…insomma quelli che lo fanno di mestiere), visto che quelli oltre ad avere il fisico c’hanno pure il tempo di allenarsi a gogo, cosa che sicuramente a voi manca, a meno che non siate miliardari nullafacenti, beati voi! 🙂

2 – Allenatevi! Ve lo dice una che si allena poco e niente, ma io sono un caso disperato! 😀
Il triathlon è bellissimo ma faticoso, alla fine sono tre sport mica da poco, e li dovreste fare a tutta…voi, io no! 🙂 Insomma a parte gli scherzi dovete portare a casa una certa resistenza sia fisica che mentale, e per farlo non ci sono alternative: allenamento
Ci sono tabelle su tabelle che aiutano a dare il meglio di sé, scegliete quella che vi sembra più adatta a voi e seguitela, la cosa migliore sarebbe avere un coach che vi tallona e vi sprona a sudare sette camicie, ma se non ce l’avete usate il coach universale: internet

11108409_10205664022191774_6537654649677865505_n

3 – Affiliatevi a un team! In questo modo avrete un coach di gruppo, avrete compagni di sventura che vi chiameranno per fare la sgambata alle 6 di una mattina fredda di gennaio e una serie di pazzi come voi che vi capiscono quando parlate di ripetute e di alimentazione pre-gara, ma soprattutto vi farete nuovi amici e vi divertirete un sacco!

4 – Alimentatevi! Come già accennato l’alimentazione è importante e bisogna curarla, non ingozzatevi di impepata di cozze la sera prima della gara, oppure fatelo, magari poi avrete la carica giusta! 😀
Anche qui infatti ognuno è diverso, io ad esempio non riesco proprio a sbafarmi la pasta per colazione prima del mezzo ironman come fanno altri…il consiglio più sensato è quello di fare le prove prima dell’evento e vedere come vi trovate meglio: insomma mangiare bisogna, sennò non avete il carburante, ma in che modo risolvetevela voi! 😀

impepata-di-cozze2

5 – Idratatevi! Qui non ci sono diversità che tengono: bisogna idratarsi, su questo siamo tutti uguali! Bevete prima della partenza, bevete appena usciti dall’acqua, bevete in bici dalla borraccia, bevete dai ristori durante la corsa…insomma bevete quello che desiderate ma bevete, questo è l’unico imperativo! Io preferisco le bibite coi sali minerali, ma in gara vi forniscono anche di acqua se non vi va il gatorade, insomma vedete voi, l’importante è non dimenticarsene per non ritrovarsi a finire il percorso a gattoni perchè il vostro povero fisico è a corto di liquidi! Io ve l’ho detto!

AussiePodiumITU
[l’idratazione migliore è quella a base di birra! 😀 ]

6 – Rilassatevi! In questo io sono una vera luminare! 😀 Come dico sempre il mio unico pregio sportivo è la totale tranquillità pre, durante e post gara! Come si fa? Boh, io per fortuna ho il talento naturale e quindi non mi ci devo sforzare, se invece voi vi agitate e al pensiero di tuffarvi in acqua vi viene già l’orticaria, magari provate con lo yoga! No? Meditazione trascendentale? No? Boh, insomma cercate di non agitarvi, un po’ di strizza è normale e fa bene, il famoso stress positivo che vi aiuta a gareggiare al meglio, ma se la fifa blu quasi vi blocca trovate una soluzione che non sia un flacone di valium! 😀

7 – Studiate il percorso! Se è il vostro primo triathlon cercate di farlo vicino a casa, in un posto che conoscete bene, così quando gli altri si perderanno in mezzo ai pascoli alpini o tra le sabbie dorate vicino al lungomare voi li guarderete con sufficienza e infilerete la strada giusta! Se non ci sono pazzi che organizzano gare nei dintorni non preoccupatevi: il sempre sia lodato internet vi verrà in aiuto e potrete studiare tranquillamente dal divano di casa i 3 percorsi

Mauritius-triathlon

8 – Curate l’estetica! Mica in senso “fotomodella dell’anno”, anche se ci sono pure quelle/i, parlo di testare l’abbigliamento e la bici durante gli allenamenti, controllate che la lunghezza delle braghette sia quella più comoda, che la muta non vi gratti sul collo (cosa frequentissima: tutti usano vaselina e risolvono il problema), che le scarpe da corsa non vi facciano venire le vesciche, che abbiate un cappellino da sole per la corsa (se vi da fastidio il sole, io non lo uso mai), di avere gli occhiali per la bici (o no, vedete voi, io però questi li consiglio caldamente, oltre a difendervi dal sole vi risolvono il problema del vento negli occhi e di eventuali moscerini et similia!), portate la bici dal “dottore” e fatela revisionare…insomma curate tutto
Curate anche l’estetica vera e propria, nel senso che se siete femminucce andate dall’estetista e vi risolvete il problema della depilazione (e magari vi pittate pure le unghie, perchè no?), se siete maschietti potete andare pure voi dall’estetista, ormai è sdoganato, oppure fate da soli, ma strappatevi via un po’ di pelo superfluo…oppure anche no, se preferite restare “nature”!
Mettetevi la crema da sole, specie se siete irlandesi dagli occhi azzurri e dai capelli rossi! Vi piglierete il sole anche con il nuvolo, ve lo assicuro, quindi se non avete già una bella abbronzatura o siete nati in Africa equatoriale, spalmatevi di chili di crema!

484642_10200512634492633_660337765_n

9 – Iniziate con lo sprint! Le distanze e i tipi di gara sono molti, io vi consiglio di iniziare con lo sprint, cioè 750 m a nuoto, 20 km di bici e 5 km di corsa…distanze più che abbordabili anche a chi non è un superatleta e che dà grandi soddisfazioni, la benzina di cui avete bisogno per alimentare il motore della passione!

thumb_6427__gallery

10 – Divertitevi! Il consiglio più importante! Impegnatevi, per carità, fate tutto a puntino, cercate di fare un buon tempo, se ci tenete, o di superare quell’amico che gareggia con voi, se è questo che vi piace, ma fatelo sempre con il sorriso, o con quello che si avvicina di più e che il vostro viso riesce ad esprimere! 😀
Coltivate la felicità di fare parte di un gruppo di matti che fa cose strambe, salutate la gente ai bordi, se avete fiato, o magari fate ciao con la manina, date il 5 ai bambini ai lati della strada, ringraziate chi fa il tifo e gli splendidi volontari che rendono possibile praticare questo e altri sport…insomma non fate come certi/certe che si ingrugniscono se vedono che hanno perso un centesimo di secondo dall’ultima gara, manco fossero il campione uscente dell’ironman delle Hawaii!

sport-triathlon-sunglasses-landing

+ 1 – FATE LA LISTA! questo è quasi imperativo come l’idratazione, ma mentre in quel caso andate incontro a problemi di salute, qui rischiate solo di arrivare sul posto e scoprire di avere lasciato a casa gli occhialini per il nuoto, il casco, le ruote della bici (tutte queste cose sono successe a gente che conosco personalmente, mica al cugino del cugino! 😀 ), quindi fatevi la vostra bella lista e seguitela passo passo per non dover diventare matti a chiedere in giro se qualcuno ha delle scarpe da corsa del vostro numero! 😀

Basta, fine degli pseudo-consigli per il vostro primo triathlon, come dicevo seguiteli se vi “vestono”, sennò lasciateli andare e trovatene altri di più belli, più tecnici, più ispiranti, più new age, ecc ecc…io vi faccio solo un gran in bocca al lupo, e spero che anche voi come me vi ammaliate di triathlon!

186e02bb50ccdaa17ccbc6a837a5083a

Ps: volete dei veri consigli da triathleti? Questi li ha scritti una grandissima atleta, vincitrice più volte del famoso ironman delle Hawaii, che è anche una donna intelligente e per nulla pretenziosa, li avevo già postati un po’ di tempo fa, ve li ripropongo: Top 50 race tips

Chrissie Wellington of Britain celebrates after winning the Ironman World Championship triathalon in Kailua-Kona, Hawaii, October 13, 2007  REUTERS/Hugh Gentry (UNITED STATES)
Chrissie Wellington of Britain celebrates after winning the Ironman World Championship triathalon in Kailua-Kona, Hawaii, October 13, 2007 REUTERS/Hugh Gentry (UNITED STATES)
Annunci

3 pensieri su “decalogo (più uno) per il vostro primo triathlon a “tot” anni :D

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...