pazzia furiosa!

Ormai lo sapete bene che sono pazza, una pazzia per fortuna “buona” e non di quelle che ti fanno passare la vita a pigliare pillole strane o (peggio!) a saltabeccare da un’esperto psichiatra all’altro per farsi infinocchiare con terapie inutili! 😀

Ok, traspare dalla frase precedente la mia leggera avversione per il mondo della psichiatria/psicologia, ma lasciamo perdere che il discorso è un po’ troppo lunghetto e adesso non ne ho proprio voglia!

Insomma si diceva che sono una pazza, in fatto di sport sono veramente pervasa da una vena di follia che mi porta a fare cose alquanto fuori dall’ordinario!

Non parlo del fatto di gareggiare nel triathlon, sì, anche quella è una forma di pazzia, ma ormai ce l’hanno in talmente tanti che è quasi sdoganata, parlo del fatto di buttarmi a capofitto in imprese decisamente al di fuori della mia portata!

Il mio grido di battaglia è sempre lo stesso: “Se me la sfango bene, sennò mi fermo!”, ma stavolta mi seccherebbe alquanto, infatti se io mi fermo poi le mie due colleghe di Challenge mi mandano a remengo…a dir poco! 😀

Insomma mi devo proprio sciroppare la frazione natatoria di questa gara di lunga distanza, e io 3,8 km a nuoto non li ho MAI fatti! Il mio massimo sono stati 3 km qualche anno fa, e non è che sia stata proprio un motoscafo! 😀

SwimCourse_280116

Così ieri mi sono preparata lo zaino da nuoto, sono partita da casetta e mi sono diretta verso la piscina, con l’idea di nuotare nuotare nuotare a oltranza per un’ora e vedere cosa ne veniva fuori

Ok, arrivo, mi butto senza neanche controllare se c’erano amici atleti con cui di solito mi diverto a fare esercizi vari, scelgo la corsia solo in base al numero di nuotatori (solo 2, ottimo!) e vado!

Nuota nuota nuota, non guardo neanche l’orologio o il cronometro, voglio darci dentro più che posso e vedere come sono messa, ok, ogni tanto mi tocca sorpassare i due coinquilini, che per fortuna sono carini e simpatici e mi lasciano andare, ogni tanto mi rallentano, ma non troppo, insomma riesco ad avere una continuità decente

Il problema più grosso è quello di contare le vasche, mi pare che le prime 40, cioè 1 km, sono andate via lisce, poi probabilmente ho fatto pure un po’ di casino coi conteggi…ma nulla di grave, casomai ne avrò fatte in più!

Insomma alla fine del test mi ritrovo con 80 vasche, pari a 2 km, in 50 minuti circa…non malissimo ma neanche benissimo!

Non voglio neanche fare le proiezioni sui 3,8 km, so per certo che sarà un tempo ben più lungo, le uniche cose che un po’ mi potrebbero dare una mano sono il fatto di nuotare in acqua salata, quindi il galleggiamento è agevolato, il fatto di dover usare la muta, idem e anche lo scivolamento ne giova, e il fatto che io so sciare alla grande! 😀

No, non sciare sugli sci, sciare a nuoto o in bici…purtroppo in corsa non serve a nulla, sennò mi piazzerei dietro a qualcuno per tutto il tempo! 😀

Insomma tra tanti supercampioni e mezzi campioni ce ne sarà qualcuno/a che ha la giusta andatura per tirarmi ad una buona velocità! Io conto proprio di compiere il mio solito rito vampirizzante nei riguardi di qualche ottimo/a nuotatore/trice, così arrivo con qualche minuto di anticipo rispetto ai miei tempi!

E poi c’è di buono che non devo neanche risparmiare le forze come al solito per scammellare il resto della gara, quindi ad un certo punto cercherò di tirare il più possibile in vista del traguardo, dove mi aspetteranno le compagne di gara e il riposo del giusto, anzi della giusta!

Tutto il pistolotto non nasce da panico improvviso, lo sapete che il mio unico pregio in questo e in altri sport è quello di fregarmene altamente e di restare tranquilla e rilassata anche in vista di frazioni proibitive, il tutto nasce dal fatto che è stato ufficializzato il percorso di nuoto, con partenza da Venezia alle 6,30 del mattino (ecco, questo un pochino mi preoccupa! 😀 ) dalla fondamenta San Giobbe, poi si va dritti dritti dritti fino al parco di San Giuliano, tenendo il Ponte delle Libertà sulla sinistra

linea-di-partenza

Non mi dispiace come traiettoria, preferisco, piuttosto di dover fare giri e giri di boa, che puntualmente non vedo/arrivo dalla parte sbagliata/mi incastro in mezzo alla tonnara di gente che si agita nei pressi degli enormi gonfiabili…insomma farsi una bella tirata in rettilineo è una goduria, così almeno non devo ogni due per tre alzare la capoccia per vedere se sono in direzione della nuova boa, e se trovo un buon navigatore che mi tira bene e che ha un buon senso dell’orientamento il problema nuoto è risolto!

Ok, pronta per la nuotata più lunga del mondo, comunque vada sarà un divertimento! 🙂

 

 

 

 

 

Annunci

Un pensiero su “pazzia furiosa!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...