cinemino? e pearà, elettricista e viaggi :)

sully-poster_1200_1780_81_s

era un bel po’ di tempo che non andavo al cinema, al rossini poi, parliamo di decenni!

infatti quando ieri sera mi faccio la camminata a venezia alla ricerca del cinema a momenti mi perdo! 😀

dovrebbe essere più o meno qui, no di là…insomma in due non trovavamo il bandolo della matassa, e quando alla fine ci siamo arrivati io resto basita: ma qui non c’era l’ingresso del cinema? adesso c’è un supermercato? ma de che? e mo’?

roba da mati! l’ex ingresso del rossini è un ingresso di supermarket, e per entrare alla sala (anzi sale, visto che adesso sono 3) bisogna fare il giro del paletto, o entrare a fingere di fare spese e poi uscire immantinente dall’uscita secondaria e ci si trova davanti al cinema

w_cinema_rossini

bello, bello, tutto rinnovato, la sala 1 è bella grande con poltrone ampie e con porta bibita, all’americana, ben studiate per non vedere la testa del tizio/tizia di fronte, ma hanno un grosso difetto per i miei gusti: lo schienale altissimo che dovrebbe essere un punto a favore secondo i progettisti, peccato che io non ami appoggiare la testolina dove la appoggiano cani e porci, metodo assicurato per pigliarsi qualsiasi schifezza!

ieri non ho potuto esimermi, perchè o appoggi o stai superscomodamente, così invece di appoggiarmi in centro ho optato per starmene girata un po’ di qua e un po’ di là in modo da usare parti dello schienale che spero non siano impestate di pidocchi! 😀

che film? “sully” di eastwwod (sì, le maiuscole ormai sono un ricordo lontano!), con tom hanks e aaron eckart, che parla della vera storia dell’incidente sull’hudson di una decina di anni fa, in cui un comandante d’aereo decise per l’ammaraggio per evitare di far precipitare l’aereo, in stallo per lo scontro con uno stormo che aveva messo ko i due motori

ricordo bene la vicenda, anche perchè oltre alla evidente bravura del pilota e del secondo ma anche di tutto l’equipaggio e pure dei passeggeri, è impossibile non riscontrare una bella dose di fortuna, visto che con un ammaraggio le probabilità di spaccare l’aereo in due o più pezzi non erano così remote, invece il velivolo ha retto e i passeggeri a parte un po’ di freddo dato che si era a gennaio a new york, non hanno avuto alcun danno

img_4132planeinriver

incredibilmente il film mi è piaciuto, non sarei stata così entusiasta di andarci, più che altro interessava al mio compagno di merende, ma invece di essere un filmone retorico e pomposo “all american” il grande eastwood riesce a tirar fuori una bella storia che scava nelle conseguenze psicologiche e umane di un evento eccezionale

naturalmente il merito oltre che del regista è anche del sempre ottimo hanks, qui coadiuvato da un eckart che lo segue nel sentiero della recitazione misurata…insomma buon film, che dovete assolutamente evitare se volete un filmone effettoni speciali bim bum bam, mentre è consigliato se vi interessano le vicende umane che colgono i protagonisti di uno scampato disastro

15203297_10209679039364694_1958122902912526602_n

altro da segnalare? sabato scorso la “sagra della pearà” è stata una grande occasione per rivedere tutto il parentado di verona, che non incontravamo da un po’

io non sono una pasionaria di questa salsa, mentre il fratello sì, ma in effetti avendo assaggiato sia la carne bollita affondata nella pearà che altri piatti, devo dire che vince alla grande, insieme al risotto all’isolana con salsiccia, tipico di isola della scala, il paese in cui si svolge la sagra

è stato bello ritrovarsi in uno stuolo di cugini vari, e per fortuna la festa prevedeva un bel capannone che a mezzogiorno è mezzo vuoto, così si mangia tranquilli e rilassati, nessuno deve spignattare e si può fare casino quanto si vuole…da replicare assolutamente!

15136024_10209679049844956_8605990882380308240_n

poi? beh, sono una elettricista provetta, visto che con le mie proprie manine ho cambiato un interruttore in 4 + 4 = 8! 😀

in camera avevo un inutile e dannoso interruttore con regolatore di luminosità e lucina rossa incorporata, che oltre a sprecare elettricità con sta lucetta del cavolo, si era sempre più incriccato fino a non funzionare se non a pugni e poi neanche a pedate! 😀

per fortuna ho l’abat-jour e quindi non dovevo ramingare in mezzo al buio, ma mi mancava alquanto una bella luce in camera, così l’altro giorno mi faccio consigliare dal sempre prezioso Max che mi fa acquistare il blocchetto e mi insegna come applicarlo…io ci provo e in effetti non è che ci voglia un genio, se ci riesco io vuol dire che non è difficile, infatti in breve tempo e senza alcun danno ho dotato la cameretta di un bell’interruttore singolo che accende/spegne e fine, via lucine inutili e regolatori assurdi, via via via, adesso si fa click e click e fine! 😀

ma chi sono io? 😀 😀 😀

e per finire parliamo naturalmente dell’argomento principale del blog, cioè i prossimi viaggi: or ora ho appena eliminato una delle prenotazioni di budapest perchè l’albergo non prevedeva la colazione nel prezzo, e a breve decideremo quale dei tre hotel superstiti vincerà la palma d’oro, poi ho smanettato per un viaggetto a londra che ci sta sempre bene, ma mi trattengo per non piangere alla vista del saldo del conto, e poi invece lo smanettamento per manchester ci sta tutto, visto che quello è un viaggio già in saccoccia, e francamente non vedo l’ora di rivedere i miei amati matti suonare, e nella loro terra natìa…yesssssssss! 🙂

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...